venerdì 1 settembre 2017

Partenza per l'Isola

0 commenti


La falesia del laghetto di Piona

0 commenti
Agosto. Caldo estremo, ma di primo mattino ci è stato possibile arrampicare in questa falesia affacciata sul lago di Piona. Suggestivo già il sentiero di accesso, lungo i resti di antiche trincee. La falesia è adatta ai principianti, ma ottima per affinare l'arte dell'uso dei piedi e dell'economia del gesto. Tiri perfettamente attrezzati dal CAI Colico.

giovedì 17 agosto 2017

Civate ..al caldo

0 commenti
Domenica 13 Agosto. La logistica familiare impone un viaggio in auto in terra Lombarda. Con Silvia troviamo l'opportunità per una sosta e visita alla falesia di Civate. Riusciremo a salire qualche tiro non ostante la temperatura proibitiva? Vederemo. Intanto per noi il posto è nuovo ed è già un valore visitarlo.
Di fatto non andiamo oltre al 5b, ma Silvia si fa una buona esperienza da prima, su un calcare bianco e molto lavorato.
Bello sarà tornarci in altra stagione con un clima più fresco.
Tutte informazioni QUI.

mercoledì 16 agosto 2017

Verde Smeraldo

0 commenti
Sabato 12 Agosto. I temporali su Torino degli ultimi giorni hanno portato neve in quota. Cogliamo l'occasione per "stare bassi" e far visita alla bella Valle di Champorcher. Scegliamo il Bec Raty (circa 2200 m.), che si innalza proprio a partire dalla strada poderale verso Dondena.
Qualche perplessità nell'individuare l'inizio della via il cui nome scritto sulla roccia è ormai sbiadito: Verde Smeraldo.

La roccia, un sepentino abbastanza solido ma molto articolato, caratterizza lo stile della via, discontinua ma molto varia: placche, fessure, rocce articolate lungo una serie di torrioni Sono 8 tiri, di cui uno di trasferimento, protetti a spit, buoni ma abbastanza distanti. Quarto grado nella parte bassa, quinto negli ultimi tre tiri.

Salita effettuata assieme a Silvia con l'intenzione di riprendere un po' di confidenza con la roccia e respirare aria buona. Obiettivo raggiunto.
Discesa per comodo sentiero. 


[Silvia alla base della placca del terzo tiro]


[Gli ultimi metri della via]

[Siamo sbucati in cima]

[Pianoro sommitale e vista verso il lago Miserin]

[In discesa]

[Una delle malghe costruite a secco, lungo i fondovalle]

[Il Bec Raty e il settore lungo cui sale Verde Smeraldo]

venerdì 11 agosto 2017

L'odore della corda

0 commenti
5 Agosto. Toccata e fuga in una falesietta nel Canton Ticino, posozionata a sorpresa in mezzo al bosco a 1200m di quota.
Piccola oasi di roccia, non difficile e ben chiodata, l'ideale per noi che stiamo pian piano riprendendo ad arrampicare.
Qui Silvia è alle prese con un passaggio in strapiombo, più psicologico che altro.
Bello l'odore della roccia e della vecchia corda...

giovedì 10 agosto 2017

Sul pontile

0 commenti

Quando il tramonto chiama e non puoi non rispondere. Carola alla verticale sul pontile galleggiante di Viverone.





[Sitting on the dock of the bay]

mercoledì 9 agosto 2017

Liguria sailing #9, da Imperia a Sanremo

0 commenti
Domenica 21 Maggio. Con le previsioni di tempo buono (ma vento contrario) incontro di buon mattino Giovanni a Porto Maurizio, dove si trova ormeggiata ormai da una settimana la nostra piccola-grande Mira. A condividere l'avventura -e a dare manforte nelle avversità- è venuto anche Emanuele, 12 anni.

Mi rallegro nel constatare che la barca è a posto. E' praticamente già armata. Giovanni ha fatto rifornimento di focaccia, alimento che costituirà l'intera cambusa per oggi. 
Controllo radio OK, usciamo a remi dalla diga e diamo tutti i 10mq  di randa. Si parte. Le condizioni appaiono subito molto buone: sole, poca onda, vento quanto basta e

lunedì 7 agosto 2017

Sui Contrafforti del Ru

0 commenti
CIBRARIO TUNDU' GIUAN DOMENICO DEI COSTANTINI FIGLIO DI COSTANTINO DI UCEGLIO BUON PASTORE PER FARE PASCOLARE LE PECORE E VI SALUTO TUTTI IN PARADISO SE PROCUREREMO DI ANDARE, ALI 26 DI AGO 1865.
[incisione sulla roccia tra le cenge della parete sopra Balme]

Domenica 30 Luglio, tempo variabile. Val d'Ala, Contrafforti del Ru, ovvero le rocce di compatto serpentino alla base dell'Uja di Mondrone.

Lasciata l'auto a Balme in pochi minuti saliamo alla base della Via Appano. Questa volta lo stile è di placca, prevalentemente 4/4+ con due passi di 5. Il percorso è evidente e la roccia godibile, per nulla bagnata dalle pioggia caduta nella notte. Il

venerdì 4 agosto 2017

Spigolo Rivero, sulle orme dei pionieri

3 commenti
Weekend funestato da tempo dichiarato instabile con temporali nel pomeriggio. Io e Silvia abbandoniamo l'idea dell'alta montagna per andare a tastare la roccia ..vera.

Sabato 29 Luglio. Rocca sbarua Siamo decisamente fuori stagione.. esposizione s Sud.. ci squaglieremo? Al rifugio Casa Canada c'è un gruppo di bambini che fanno Estate Ragazzi. Proseguiamo verso lo Spigolo Rivero. Una superclassica che avevo fatto la prima volta nel ..1991! Sempre attuale, una successione di fessure, diedrini conditi da qualche rassicurante spit. A

giovedì 27 luglio 2017

Via Vialardi al Monte Mucrone (2335 m.)

0 commenti
Ieri giornata di ferie per Silvia che sale da seconda questa lunga e interessante via in zona Santuario di Oropa, Biella. 600 m di sviluppo, 450 m di dislivello e difficoltà fino al 5c ma in prevalenza 4c, 22 tiri in totale.
E intanto c'è chi va a lavorare. Devo ammettere però che il meteo è stato il meglio possibile.

Via aperta nel 1973 dai Biellesi Ugo Vialardi e Alessandro Carletto, data come una delle più belle e lunghe delle Alpi Biellesi.

mercoledì 26 luglio 2017

4+20, Carry on

1 commenti
Breve corsa serale sul lungo Po. Niente di che, poco più di 30 min in tutto. Ma invece del solito lento, durante il ritorno prendo fiato e provo a tirare un K, come hai vecchi tempi. Lo corro cercando un po' di fluidità nei movimenti.. alla fine l'orologio mi restituisce 4'20". Wow! Non ricordo più quanti anni sono che non faccio un mille.. Una volta iniziavano sempre con 3'.. ma oggi questo 4'20 mi pare un successo. Forse un Déjà vu? No, la storia continua, guardiamo avanti. Carry on Enrico.


lunedì 24 luglio 2017

Liguria sailing #8, da Alassio a Imperia

0 commenti
Lunedì 15 Maggio. Continua il viaggio lungo la costa della Liguria, ma oggi inizia in modo praticamente estivo. Come da previsioni, la notte si è porta via le nuvole, ha placato il mare e così il vento.
Molte miglia previste per oggi, ma ce la prendiamo comoda, preparando Mira e godendoci i sole caldo, finalmente.
Usciamo dal porticciolo a remi, nella calma più assoluta del mare (irriconoscibile se penso a com'era ieri), lasciandoci alle spalle Alassio e la sagoma dell'affascinante Isola Gallinara, visitata ieri. Si chiacchiera e si rema a turno per un'ora circa. Quando alziamo le vele, spinti da una brezza da Mezzogiorno, siamo raggiunti da poppa un cabinato, portato da un uomo solo. Ai saluti e ai complimenti per le rispettive barche segue una simpatica sessione di foto, subito scambiate via wazzup.. potere della tecnologia.  Infine, mentre il nostro amico-fotografo vira puntando al largo, noi proseguiamo lungo la costa, doppiando Capo Mele, costretti ad una bolina che durerà per tutto il giorno.
Mentre il porto di Andora passa sottovento, il vento rinfresca un po' permettendoci di tenere una buona velocità pur con tutta la vela. Ogni tentativo di pesca alla traina rimane infruttuoso eccetto un'unica, fortissima ferrata (si dice così?) che ci coglie

domenica 23 luglio 2017

Corsa con bagno

0 commenti
Fine settimana tranquillo trascorso più che altro a recuperare le enregie fisiche e sopratutto mentali. Degno di nota solo un rilassante e fresco bagno (nuotata sarebbe fuori luogo) nel lago e una bella corsa mattutina molto varia, con salite, discese, asfalto e sentiero per un totale di 1h21', assieme a Silvia. Ok. Sono pronto per un'altro giro di giorstra in attesa delle ferie, peraltro ancora lontane.

giovedì 20 luglio 2017

Rolling al Parco Dora

2 commenti
Una sera senza i figli (che sono in vacanza beati) e con Silvia si torna sui roller, questa volta al Parco Dora, ex zona industriale nel centro di Torino, abilmente trasformata in un'area ricreativa molto particolare dove il verde degli alberi si incrocia col grigio del cemento (peraltro super-liscio) e il metallo e mattoni delle piglie ricordo di immensi capannoni.

Il bello è che non ostante facciamo in due 100 anni (!!!) , non

mercoledì 19 luglio 2017

Uja di Mondrone per la Cresta dell'Ometto

0 commenti
Sabato 15. Lasciata la macchina poco sopra Chialambertetto, Val d'Ala di Lanzo, con Silvia imbocchiamo un ameno ma ripido sentiero serale verso il Bivacco Molino. Attraverso una radura fiorita e poi per l'Alpe di Piana arriviamo al bivio con la via Normale all'Uja, via che contiamo di percorrere domani in discesa. Proseguendo verso destra ci intratteniamo a fare acqua nei pressi di un pianoro aquitrinoso alimentato da una fonte di acqua freschissima, ultima possibilità in quanto al bivacco non ce n'è. Il bivacco è molto bello e accogliente. Dispone di

mercoledì 12 luglio 2017

P.ta Chalanson (3466 m.)

0 commenti
 Già lo sapevo, ma oggi lo posso riconfermare: le Valli di Lanzo e le loro montagne sono uniche, speciali.

Partiti direttamente da Torino alle 5.30 risaliamo tutta la Val d'Ala fino al Pain della Mussa ove laciamo l'auto e imbocchiamo in sentiero n.222 verso il Rif. Gastaldi. Raggiunto il Pian dei Morti, proprio sopra i grandi salti di roccia (temibili se in presenza di nebbia) deviamo sul sentiero n.223 per addentrarci nel vallone chiuso alla sua testa da un anfiteatro. Ora abbiamo due possibilità per la Chalanson: lo sperone di roccia,

venerdì 7 luglio 2017

Mappa interattiva Dinghy Cruising Liguria

0 commenti
Zummala, spostala, scopri ogni virata, attracco, della avventura di MIRA lungo tutta la Liguria! Dieci tappe tutte da rivivere dal tuo PC!

giovedì 6 luglio 2017

Boga e Salpa

4 commenti

Pesci piccoli questi, la cossidetta mangianza, ma hanno saputo comunque emozionarmi, nuotandoci in mezzo, durantela scorsa l'uscita del corso PSS a Capo Noli

Boga. [Wiki] Scendere a 15, 20 metri ed

martedì 4 luglio 2017

Becca di Nana e Becca Trecare (2 x 3000 al posto di 1 x 4000)

4 commenti
Non è facile rinunciare ad un programma di salita a lungo studiato e organizzato. Ma succede. Questo doveva essere un fine settimana in alta quota, di preparazione al M. Bianco, io e Silvia. Invece tante piccole cose sono girate per il verso sbagliato e venerdi notte dopo mille indecisioni abbiamo rinunciato. Anzi, abbiamo "ripiegato" con un programma diverso e alla fine ..più bello di quello originale.

Valle d'Ayas, assieme ai nostri amici, assieme ai nostri figli e con due montagne di tremila metri  da inanellare con una escursione circolare. Non è alta quota, non è alpinismo. Non è l'allenamento per il Bianco. Chissà poi se

sabato 1 luglio 2017

PSS Free diver

0 commenti
E' ufficiale, sono un apneista! Ok, forse non c'era bisogno di un corso.. sarebbe bastato praticare, provare e praticare tanto. Tuttavia il corso, nel mio caso organizzato da PSS, è servito per mantenere la motivazione alta durante tutto l'inverno e la primavera, conoscere persone con la stessa passione e soprattutto avere la certezza di conoscere e poter gestire i pericoli annessi a questo bellissimo sport. Della metodologia d'insegnamento di PSS è notevole la nuova parte disponibile on-line accessibile tramite il sito ufficiale da pc, tablet e smartphone. Veramente notevole. Adesso spero di mettere in pratica adeguatamente durante le ferie estive.

mercoledì 28 giugno 2017

La traccia GPS con Doarama

3 commenti


Post sperimentale che visualizza la traccia GPS di Mira durante la tappa Camogli-Genova, la quarta della Traversata Ligure. La tappa è stata una delle più lente, con pochissimo vento e molto vogare fino all'ingresso del porticciolo di Nervi. Uscito da Nervi una nervosa tramontana mi ha portato con gran brio fino alla spiaggia di Puntavagno, proprio all'ingresso del porto di Genova. Era il 1 Novembre 2016.

Il link all'incredibile sito di Doarama è QUI.
La tappa in questione è invece raccontata QUI.

Coraggio, un bel click sul video e godersi lo spettacolo!

martedì 27 giugno 2017

Liguria sailing #7, da Finale Ligure ad Alassio

0 commenti
Sette del mattino di Domenica 14 Maggio. Ci aggiriamo per il centro storico di Finale Ligure in cerca di un bel posto per una buona colazione. Ancora un occhio alla carta nautica e al percorso che vorremmo coprire oggi: obiettivo il porticciolo di Alassio o forse arriveremo fino ad Andora? Comunque vada, la chicca della giornata sarà la misteriosa Isola della Gallinara. Vedermo.
Intanto per raggiungere il porticciolo e la nostra Mira dobbiamo camminre 20 minuti buoni. Nicola sporge il pollice e il secondo mezzo che ci incrocia ..si ferma e ci offre un passaggio. Ecco, un altro degli

lunedì 26 giugno 2017

Gita alla Guglia Rossa (2545 m)

0 commenti
Domenica 25. Siam saliti ieri a Bardonecchia per recuprare il pargolo dal campo estivo. Perchè scerndere subito nell'afa di Torino? Abbiamo con noi il borsone da campeggio e qualche idea di escursione tra le tantissime disponibili in questo posto che poco conosciamo. Ci consigliano la Guglia Rossa che realizziamo dopo essere il monte che sovrasta proprio il paese di Bardonecchia
Nella notte un bel temporale serve da collaudo alla nostra nuova tenda,

sabato 24 giugno 2017

Un corsa al Col Des Acles (2217 m)

0 commenti
Corsa mattutina con partenza da Bardonecchia, località Pian del Colle. Può darsi che a spingere in salita ci stia riprendendo gusto.. bella gita fatta in assetto da corsa.
Il colle è in realtà un pianoro che inizia a divallare progressivamente verso la Francia e non mi ha colpito particolarmente. Il sentiero per arrivarci è invece molto bello,  prima nel bosco e poi per prati pieni di fiori. Tocca prima l'alpeggio di Teppa e poi quello di Guiau. Con Silvia. Al colle in circa 1h10'. Totale

venerdì 23 giugno 2017

Gara di Superga ovvero ..SuperGara!

2 commenti

Telefonata nel pomeriggio:

Enrico: pronto?
Silvia: ciao, mi sto iscrivendo alla Supergara di stasera. Inscrivo anche te?
Enrico: ma veramente.. io non.. non corro da...
Silvia: ok, sei iscritto. 20.30 stasera!

Scopro poi che oltre iscrivere a tradimento me, ha iscritto anche il nostro amico Alberto!

21 Giugno, primo giorno di Estate. Si parte alla base della Strada Comunale di Superga. Afa paura. Son comunque contento di calcare di nuovo l'asfalto con l'antica tribù dei podisti, anche se non

lunedì 19 giugno 2017

Liguria sailing #6, da Varazze a Finale Ligure

4 commenti
Sabato 13 Maggio. Lasciata di primo mattino l'abitazione dei nostri amici, ci rechiamo al fantastico porto di Varazze. Fantastico perchè scopriamo essere assolutamente funzionale e moderno. Il meglio trovato fino ad ora in Liguria, dal servizio docce (usufruito ieri sera), al bar, al personale disponibile a qualsiaisi ora, strutture modene o ben manutenute. Insomma c'è tutto. E poi al momento di pagare se ne escono con un "non ci dovete niente. Siete stati nostri ospiti!" Simpatia per un dinghy un legno? Buoni rapporti con la nostra LNI? Oggi la barca è già bella che armata e

Lago dell Gura (1827 m.)

0 commenti

Sabato 17 Silvia ed Emanuele con gli amici (nonchè vicini di casa) Giusy e Riccardo salgono al Lago Della Gura partendo da Forno Alpi Graie, Valle Grande di Lanzo.

sabato 17 giugno 2017

Assetto costante -20 m!

0 commenti
Uscita col corso di apnea a Capo Noli ed esame finale del corso PSS... promosso! Ma la vera soddisfazione di oggi sono le discese in assetto costante. Non ostante la profondità massima raggiunta la scorsa estate fosse -11m, oggi scendo diverse volte lungo tutta la sagola bianca ancorata a -16m. Mi pare incredibile! Evidentemente il lavoro fatto in piscina questo inverno ha dato i suoi frutti. Noto come il limite in cui mi imbatto non sia la scorta d'aria ma la manovra di compensazione che trovo sempre più difficile eseguire mano a mano che scendo. Valsalva? Frenzel?? Dovrò lavorarci. Non pago, provo anche la sagola a -20m. raggiungendone la fine! Si aprono nuove possibilità per le vacanze estive al mare. 

venerdì 16 giugno 2017

Liguria sailing #5, da Genova a Varazze

2 commenti


Dopo la pausa invernale riprende il progetto Dinghy Cruising Liguria.

Venerdì 12 Maggio. Tempo bruttino ma previsioni in netto miglioramento per i giorni seguenti: d'accordo con Giovanni.. si va! Levataccia da Torino e in 2 ore di auto siamo al Molo Giano nel Porto di Genova ove ci attende MIRA, ospitata dalla locale Lega Navale.


C'è poca gente in giro e armiamo con cura la barca con tutto il necessario. Da qui non si capiscono bene le condizioni in mare e

giovedì 15 giugno 2017

Ca' Bianca, Prà del Cres e Col Sià

0 commenti

Per essere stata una gita in Valle dell'Orco una notte in campeggio non era proprio indispensabile. Tuttavia l'idea era di trasorrere assieme e all'aria aperta un po' di tempo in serenità, e abbandonare l'afa di Torino per i prati a 1500 m. di quota di Ceresole Reale era troppo una bella prospettiva.
Ci troviamo dunque Sabato pomeriggio a piantare le nostre tende al Campeggio Casa Bianca, ove ci godiamo l'aria fresca della sera. Il campeggio è notevole, sia per la bellezza, per la tranquillità e i recenti investimenti in

sabato 10 giugno 2017

Dinghy Cruising Liguria.. COMPLETATA!

0 commenti

E' finita Domenica 28 Maggio con il tratto finale Sanremo-Bordighera! Ci sono volute ben 10 giornate di navigazione. Dieci giornate di svago e divertimento assoluto. E in più la sensazione di essere stati tra i pochissimi ad aver colto la fantastica opportunità che è la crociera costiera con la deriva, cioè il Dinghy Cruising, alla portata di quasiasi velista, a costi bassissimi ma che per qualche motivo rimane invisibile ai più.

Il progetto consisteva -seguendo le orme dei maestri Inglesi- nel percorrere la costa della Liguria da Est a Ovest. Il porto di partenza scelto è stato Bocca di Magra e quello finale appunto Bordighera, cioè l'ultimo porto esistente prima del confine con la Francia.
L'idea è stata di compiere il percorso non in maniera continuativa, bensì sfruttando principalmente i weekend e lasciando ogni volta la barca rimessata da "qualche parte". Ebbene l'idea si è rivelata vincente, permettendo così di non impattare troppo sul lavoro (ferie). 

Compagni di avventura sono stati di volta in volta diversi, a seconda delle disponibilità di ciascuno:  l'amico Nicola, mio fratello Giovanni e mio figlio Emanuele. Tre tappe invece le ho percorse da solo.

Le prime 4 tappe le abbiamo realizzate a fine Ottobre e solo già state raccontate nei precedenti post

1) Da Bocca di Magra a Levanto --> leggi qui
2) Da Levanto a Sestri Levante --> leggi qui
3) Da Sestri Levante a Camogli --> leggi qui
4) Da Camogli a Genova --> leggi qui

Questa primavera abbiamo fatto il tratto a ponente, in 6 giornate che andrò a raccontare, condite da numerose foto, nei prossimi post. Stay tuned!

[Mira a Bordighera]

venerdì 9 giugno 2017

Monte Cerisira (2822 m.)

0 commenti

POST RITARDATARIO (ormai è ahimè una costante..)

23 Aprile. Altapressione e neve fantastica nella valle di Prali. Io e Silvia saliamo con due amici da Prali, frazione Ribba. Non una nuvola oggi. Superato un boschetto raggiungiamo un pendio coperto di neve vecchia che più in alto conduce ad un traverso a mezza costa e da qui un ulteriore pendio regolare verso la vetta... percorso molto lineare. Per fortuna nella notte c'è stato un buon rigelo, anche se non utilizziamo i coltelli per salire. Vista fantastica dalla cima

sabato 27 maggio 2017

Polisportiva Barcellona

0 commenti

13-18 Aprile. Qualche giorno a Barcellona nei giorni di Pasqua. A causa dei voli troppo cari optiamo alla fine per la collaudata formula auto+tenda. Scegliamo il campeggio sul mare di El Masnu, a pochi Km da Barcellona, come nostra base.

Meteo sempre bello e non troppo caldo. Alla fine sono 3 giorni pieni a Barcellona, una puntata a Figueres e una puntata sulla costa della Camargue durante il ritorno.
In estrema sintesi:

Gio 13:  Viaggio Torino-Barcellona, 850 Km via Val di Susa- Briancon- Gap inanellando

mercoledì 24 maggio 2017

Un'altra gara di salto

0 commenti
20 Maggio, all'Equigames Horse Club in località Livorno Ferraris. Nuova gara di salto per Carola sulla fedele Gaia nella categoria 70. Percorso netto per loro e una bella coccarda fucsia in ricordo. Brava Carola!

mercoledì 10 maggio 2017

MIRA alla LNI Genova

0 commenti
(Post ritardatario)
25 Marzo. In previsione della nuova stagione, effettuo oggi il trasferimento di MIRA dal lago di Viverone (LNI Torino) al porto di Genova. Qui e per tutto il mese di Aprile sarà ospitata presso la locale base nautica.

Carico su auto in solitaria (grazie al sistema cartopping) e viaggio senza alcun inconveniente. Scarico aiutato da papà e Nicola con alcuni soci locali, sotto a un po' di

lunedì 8 maggio 2017

Cima della Fascia

0 commenti
19 Marzo, con Silvia. Partenza da poco sopra Limone Piemonte. Levataccia e gita mattutina per rientrare a casa al risveglio dei figli!
Saliti lungo il ripido pendio dei paravalanghe e poi traverso verso destra in direzione della cima. Scendiamo per la stessa via.
Poca gente in giro.
Neve dura al mattino (coltelli necessari), in discesa sciabile in alto mentre dai paravalanghe in giù troppo molle per essere godibile.

domenica 7 maggio 2017

Al Lago Muffè

0 commenti
 Bella gita oggi con Ema e aggregato agli amici Stefano&Marcella e il loro figlio Jacopo. La valle è quella aostana di Champorcher: valle meno blasonata delle vicine ma ugualmente bellissima. 
Il meteo inizialmente grigio, velato in quota e ventoso (in valle c'è fhoen) si apre nel pomeriggio lasciando spazio a un fantastico sole caldo sotto al quale ci crogioliamo.
E oggi non ci facciamo mancare neppure la polenta al simpatico Bar-ristoro!

venerdì 5 maggio 2017

Una bella veleggiata e un po' di scuola di Vela

0 commenti
Domenica 12 Marzo. Giornata particolare a Viverone, con la Polisportiva in compagnia di Luca&Giusy e i loro ragazzi Luigi e Ricky, nostri vicini di casa a Torino. A turno su MIRA, andiamo su e giù per il lago, in una giornata dal clima tutto sommato mite.
Particolare è che i nostri amici, fino ad oggi totalmente a digiuno di vela,  hanno assistito dal loro terrazzo per 10 mesi (tra il 2014 e il 2015) alla costruzione di MIRA, avvenuta in gran parte nel retro-cortile di casa, sopportando con entusiasmo i disagi causati dai rumori caratteristici del lavoro: trapano, seghetto alternativo, levigatrice e chi più ne ha più ne metta! Si, devo ammettere che hanno contribuito a mantenere alta la mia motivazione durante quell'incredibile e intensissimo periodo.

giovedì 4 maggio 2017

MIRA contro IGOR? No grazie!

2 commenti
L'idea era di mollare gli ormeggi Sabato (dopodomani) da Genova e navigare per tre giorni verso Ovest. Si tratta della seconda parte del progetto Cruising Liguria iniziato l'anno scorso e per metà già realizzato (da Bocca di Magra a Genova) assieme all'inossidabile amico Nic. Ma ora il meteo sembra non essere proprio d'accordo e questa schermata catturata stasera dal sito di Il Meteo.it riassume bene le tante cartine meteo-marine che sto tenendo d'occhio ormai da giorni.
Meglio non incontrarlo questo IGOR.

Come scrivevano quelli de Il Vecchietto saper aspettare è una delle virtù del buon velista. Io aggiungo ancor di più se si naviga con un dinghy!

Quindi se ne riparla al weekend successivo. Meteo permettendo, ovviamente.

Donne sulla Cialma

0 commenti
5 Marzo. Silvia e Carola sulla classicissima Cialma in Valle dell'Orco.
Brave le mie ragazze!

mercoledì 3 maggio 2017

Cima della Piccola (2870 m.)

0 commenti
18 Febbraio.

Post rimasto nel dimenticatoio.. be', meglio tardi che mai!
Ovviamente qui era Silvia, e in buona compagnia.
Gita in Valle dell'Orco con Partenza da Ceresole Reale. Dislivello 1400m

giovedì 6 aprile 2017

Sulla Rocca dell'Abisso (2755 m)

4 commenti
Sabato 11 Marzo. Mentre in giro per le alpi il pericolo salvine è ancora alto, nelle Alpi Marittime la situazione è prevista essere molto tranquilla. Con Silvia mettiamo a punto una strategia che tiene conto anche dei due pargoli che per vari motivi devono rimanere a casa, e cioè: partenza molto prima dell'alba, auto + salita + discesa in sci + auto = rientro a casa nel primissimo pomeriggio. Considerando che i ragazzi non si alzeranno prima delle ore 9, probabilmente intorno alle 10, riusciremo a stare assieme per buona parte del pomeriggio.
Raggiunto Limonetto con la prima luce, puntiamo forse alla gita più accattivante in zona, la Rocca dell'Abisso. Saliamo dunque su neve molto ben assestata (e l'innevamento non è neanche molto abbondante) compiendo un giro orario attorno alla montagna fino ad arrivare alla croce di vetta. Curiosamente ho invertito senza accorgermene le solette dentro agli scarponi e procedo con crescente (e al momento inspiegabile) malessere ai piedi fino in vetta, dove mi accorgo dell'errore (!) e provvedo a risolverlo.
Raggiunta l'auto dopo la bella discesa, siamo talmente in orario che ci concediamo un piacevole pranzo in una simpatica taverna locale.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
.